Il castello del principe barbablù

Stagione Lirica 2021

DOPO L’ULTIMA STANZA PRELUDIO A BARBABLÙ
musica di Claudio Scannavini

IL CASTELLO DEL PRINCIPE BARBABLÙ
Opera in un atto Op. 11, BB 62 (SZ 48)
Orchestrazione per organico orchestrale ridotto
Paola Magnanini e Salvatore Passantino (Accademia AMO)
libretto Béla Balázs
musica di Béla Bartók

Personaggi e interpreti
il duca Barbablù, Andrea Mastroni 
Judith, sua moglie, Mary Elizabeth Williams
prologo Giuditta Pascucci, Carolina Rapillo

direttore Marco Alibrando
regia Deda Cristina Colonna
scene e costumi Matteo Capobianco
Orchestra del Teatro Coccia di Novara

NUOVA PRODUZIONE
in coproduzione con Fondazione Teatro Coccia di Novara

A kékszakàllù Herceg vara (Il castello del principe Barbablù) musica di Béla Bartók, libretto Béla Balázs. La partitura originale sarà riorchestrata per un organico di 20 elementi, sotto la supervisione del M° Marco Taralli, mantenendosi però fedele all’originale. E’ una nuova produzione in coproduzione con il Teatro Coccia di Novara; una scelta artistica che va ad approfondire il momento storico che stiamo vivendo, un’esplorazione del conflitto tra mondo maschile e femminile rappresentato dai due personaggi, il duca Barbablù e Judith. Il castello vive di una propria vita, entro cui s’inscrive la vicenda rappresentata, che ne ritaglia una limitata porzione di tempo all’interno del suo fluire perenne. Se questo luogo, nella costellazione simbolica, rappresenta ‘una coscienza’, come preannuncia il bardo all’inizio, allora il conflitto rimane in realtà all’interno dell’io, che corre incontro al tempo reale senza riuscire a coglierlo veramente. Un tempo che si nutre di età simboliche e si manifesta in sette aspetti diversi, stimolato da una componente femminile che incarna il completamento di un ciclo: quattro mogli, quattro stagioni, quattro periodi della vita; fino a ritrovare l’unico equilibrio possibile nella solitudine iniziale.

Il castello del principe barbablù

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Privacy policy