Italia, Siria e Afghanistan: la guerra delle Donne. Dal femminicidio al terrorismo, testimonianze e proposte per salvare vite

Dopo i saluti di Catiuscia Ceccarelli, Presidente Fidapa BPW Italy sezione di Jesi, interverranno: in presenza, la giornalista italo-siriana Asmae Dachan, autrice del libro “Non c’è il mare ad Aleppo” e in collegamento Barbara Schiavulli, giornalista e inviata di guerra, esperta di Esteri.

Coordinato dalla socia Fidapa e giornalista Chiara Cascio, il talk vedrà anche gli interventi legali degli Avvocati Antonella Ricci e Virginia Reni, socie Fidapa.

“Per il 25 Novembre, Fidapa Jesi vuole approfondire la condizione femminile con uno sguardo internazionale, per sottolineare come la violenza contro le donne sia un crimine e una violazione dei diritti umani. Quello che stanno vivendo le donne afgane non ci lascia indifferenti, come non ci lasciano indifferenti i soprusi che stanno subendo da più di 10 anni le donne in Siria. Racconteremo cosa sta accadendo in questi Paesi con due autorevoli giornaliste di stampa internazionale. Insieme a due nostre socie professioniste faremo un focus su quella che è a tuti gli effetti una vera emergenza sociale nel nostro Paese: il femminicidio. Al Parlamento europeo si sta discutendo della possibilità di aggiungere la violenza contro le donne tra gli "eurocrimini” e considerarla un crimine esattamente come lo è il terrorismo. Ecco perché abbiamo intitolato il nostro talk "la guerra delle Donne" – commenta la Presidente Fidapa Jesi – perché è una guerra a tutti gli effetti che coinvolge l'Italia, la Siria fino all'Afghanistan”. 

Italia, Siria e Afghanistan: la guerra delle Donne. Dal femminicidio al terrorismo, testimonianze e proposte per salvare vite

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Privacy policy